Paul Picot

LA PASSIONE PER IL DETTAGLIO

Un profondo senso estetico e la conoscenza perfetta dell'arte orologiera sono i fattori che spiegano l'originalità e la perfezione degli orologi Paul Picot che, in quest'epoca di tendenze effimere, incarnano valori durevoli nel tempo e li abbinano con gusto agli ultimi ritrovati tecnologici


link al sito ufficiale cliccando QUI

Novità:

SAVOIA MARCHETTI

Nel 1933 si compiva una delle più grandi imprese aeronautiche dell’epoca, vanto della tecnica ingegneristica italiana: la transvolata in formazione di 25 idrovolanti Savoia Marchetti S55X sulla rotta Orbetello – Chicago – New York, andata e ritorno. Venne organizzata da Italo Balbo nel primo decennale della Regia Aeronautica e come occasione di propaganda per la Century of Progress, l’Esposizione Universale che si tenne a Chicago per il centenario della città. Per commemorare quella straordinaria impresa, la Paul Picot, in collaborazione con l’Alenia Aermacchi, presenta una serie limitata di 25 pezzi, nell’ambito della collezione Gentleman, dedicata a ciascuno dei velivoli partecipanti all’impresa per un totale di 625 esemplari. A questa versione in acciaio se ne affiancherà anche una in acciaio e oro di soli 10 pezzi. Il Savoia Marchetti S.55 era un idrobombardiere/aereosilurante bimotore prodotto dagli anni venti e protagonista per un decennio in svariati ruoli nella Regia Aeronautica. Autore di celebri transvolate oceaniche, divenne uno dei simboli dell’aeronautica Militare e del progresso tecnologico italiano nei primi anni del regime fascista. L’unico esemplare di S.55 arrivato sino ai giorni nostri è la versione C esposta presso il Museo Tam di San Paolo del Brasile. Vi è da sottolineare che i 25 velivoli, eccetto quello pilotato da Balbo erano suddivisi in 8 squadriglie da 3 aerei ciascuna, ognuna contrassegnata da simboli e sigle riprese sulla carrure dei modelli Gentleman Savoia Marchetti di Paul Picot. Per il resto, il cronografo Savoia Marchetti d Paul Picot prevede la scala tachimetrica incisa sulla lunetta e quella telemetrica sulla fascia esterna del quadrante – nero nella versione in acciaio -, con pulsanti cronografici classici a pompa e corona serrata a vite. Le personalizzazioni “aeronautiche” si trovano al 3 – bandiera italiana accanto al datario -, al 6 - contatore delle ore crono percorso da una lancetta a forma di elica a “quattro pale” -, al 9 – logo Savoia Marchetti in corrispondenza con i piccoli secondi -, al 12 – contatore dei minuti crono con lancetta a forma di elica “a due pale” -.
Il movimento è l’affidabilissimo automatico ETA-Valjoux 7750, mentre il cinturino in pelle, evidentemente ha fruito di uno speciale trattamento anticato. Venduto unitamente al libro commemorativo della straordinaria impresa, il Gentleman Savoia Marchetti ha un prezzo di 3.700 €.